Banner
Le Acque Termali di Viterbo

Acque termali Carboniche delle terme di Viterbo: Contengono bicarbonato in varie forme. Sono soprattutto bicarbonato - calciche. Il calcio conferisce a queste acque un sapore gradevole. Si somministrano essenzialmente per bibita,ma anche per balneoterapia,docce,irrigazioni vaginali e rettali. Nei bagni termali riequilibrano l'apparato circolatorio.

Acque Termali alle Terme di Viterbo

Acque termali Solfate: Sono acque ricche di zolfo. Si somministrano essenzialmente per bibita,ma anche per fanghi e irrigazioni rettali. Depurano il fegato ed hanno effetti benefici sulla pelle e sui capelli.

Acque termali Sulfuree: Contengono zolfo in varie combinazioni. quelle che contengono idrogeno solforato sono caratterizzate da uno gradevolissimo odore che ricorda le uova marce. Si somministrano per bibita,per balneoterapia,fanghi,per inalazioni,irrigazioni vaginali. Le acque sulfuree disintossicano la pelle agendo come cosmetico naturale.

fonte termale del Bullicame

Indicazioni terapeutiche delle acque termali delle terme di Viterbo: Malattie croniche o.r.l. e respiratorie, malattie osteoarticolari, malattie del ricambio (gotta), malattie cutanee e ginecologiche, angiopatie. Patologie: Artrosi - Reumatismi - Traumatismi - Dermatopatie - Malattie ginecologiche - Malattie metaboliche (del ricambio) - Mialgie e Nevriti.

Le acque termali di Viterbo sono particolarmente ricche di zolfo e di azotati. La loro funzione curativa, quindi, si manifesta in modo specifico con un uso "esterno".

Sono indicate sopratutto per curare le patologie dermatologiche. si va dalla Psoriasi, che provoca sulla pelle chiazze ispessite, arrossate, infiammate, alla ittiosi, una malattia ereditaria che rende estremamente squamosa l'epidermide. Dalle ulcere varicose alle tromboflebiti e vasculiti, fino ai disturbi delle ghiandole sudoripare.

I casi più frequenti,comunque, sono quelli delle patologie dermatologiche di origine ormonale, come l'acne. Oltre all'acne giovanile, anche quella che colpisce molto spesso le persone tra i trenta e i quarant'anni, in modo particolar modo le donne.

Quali altri disturbi possono essere curati con le acue termali come quelle di Viterbo?
C'è una vasta gamma di disturbi che possono trarre vantaggio da queste cure termali. Le malattie del ricambio, come l'obesità e la gotta, quelle infiammatorie o allergiche, che colpiscono l'apparato respiratorio, i disturbi che rigurdano quello vascolare,come le flebiti e le varici,le vene varicose.

Le acque termali essendo di origine vulcanica,sgorgano sempre calde, a una temperatura che supera i quaranta gradi,ma vengono anche raffreddate e negli istituti termali ci sono vasche ad acqua sia calda sia fredda. Immergendosi in queste vasche, alternativamente oltre all'effetto benefico dell'acqua sulfurea si ha anche quello della diversa temperatura e il tutto contribuisce a riattivare la circolazione. Ma una cura termale può essere particolarmente indicata anche in altri casi, per esempio come fase preparatoria di un intervento estetico.


Per fare una cura termale ci sono limiti di età? Una cura termale non può che giovare all'organismo, anche se non si soffre di particolari disturbi. Al di là dei benefici dovuti alle proprietà curative delle acque termali, va rilevato che subentra anche un fattore psicologico tutt'altro che trascurabile. Le località termali, infatti, tradizionalmente si distinguono per una particolare atmosfera ambientale, per un clima di estrema serenità, e questo non può che "curare" anche lo spirito, l'umore oltre al fisico.

Si rammenta che quanto sopra menzionato deve essere inteso come indicazione generica e che ogni patologia deve essere curata sotto indicazione e controllo del medico autorizzato.